Come creare un sito web o blog con WordPress

Quest’articolo elenca le risorse essenziali per creare un sito web o blog con WordPress senza ricorrere a un web designer professionale.

Molti pensano che per realizzare e mantenere un sito web siano necessari tanti soldi. Invece ci si può riuscire con meno di 60 Euro all’anno.

Scopriamo come.

Registra un dominio e scegli una compagnia di hosting

Il dominio è l’indirizzo del tuo sito, ad esempio Nonvogliolavorare.it.

Per fare in modo che il tuo sito web sia sempre online devi inoltre ospitarlo su un server (un computer collegato su internet 24 ore su 24).

Io ospito tutti i miei siti web su Bluehost e non ho mai avuto problemi.

Prezzo del dominio: 12.95 Dollari all’anno (quasi 10 Euro).

Prezzo del server: a partire da 4.95 Dollari al mese (circa 4 Euro) ovvero circa 50 Euro all’anno.

Questo vuol dire che puoi mantenere il tuo sito online spendendo 60 Euro all’anno.

Infatti la registrazione del dominio e l’affitto del server sono le uniche spese obbligatorie per gestire un sito web. Il resto è opzionale in quanto si possono sempre trovare delle alternative gratuite.

p.s. Bluehost al momento non permette di registrare domini .it (solo .com, .net, .org e .info). Se vuoi acquistare un dominio .it (come Nonvogliolavorare.it) ti consiglio di utilizzare GoDaddy solo per acquistare il dominio (i prezzi sono gli stessi) e sempre Bluehost per l’affitto del server.

Io faccio così.

Installa il tuo sito

E’ arrivato il momento di installare il tuo sito sul server che hai deciso di affittare. Se in passato questo passo comportava conoscenze informatiche non banali, oggi è semplicissimo.

Esistono infatti diversi CMS (Content Management System, in italiano “Sistema di Gestione dei Contenuti”) che fanno tutto il lavoro, liberandoti così dall’obbligo di imparare a programmare.

Io ho scelto di utilizzare WordPress. Potrei dilungarmi in dettagli tecnici ma ti basti sapere che è la piattaforma di gran lunga più utilizzata e facile da utilizzare.

Sui server Bluehost basta connettersi al pannello di controllo, cercare una icona chiamata “Fantastico” e cliccare su “Install WordPress.”

Scegli un tema (o veste grafica) per il tuo sito

Se decidi di optare per WordPress puoi scegliere tra più di 1.700 temi gratuiti. Devi solo scaricare quella che preferisci e installarlo con un click.

A dire il vero, sui miei siti io utilizzo solo temi premium StudioPress (il primo che compri costa circa 60 Euro mentre per i seguenti, nel caso anche tu possieda più di un sito web, ti bastano circa 15 Euro).

Perché scegliere un design a pagamento come StudioPress?

Primo perché sono esteticamente più belli. Poi perché sono più sicuri, sempre aggiornati all’ultima versione di WordPress e hanno un codice pulito che consente al tuo pc di caricarli velocemente. Tra l’altro, particolare non trascurabile, funzionano bene anche sugli Smartphones.

Newsletter

Hai presente il modulo in alto a destra o quello alla fine di ciascun articolo di questo sito? Quello dove ti propongo di seguirci via email, simile a questo:

Ecco, un modulo del genere permette ai lettori del tuo blog o sito web di ricevere una notifica via email – generata in maniera automatica – ogni volta che pubblichi qualcosa di nuovo.

L’utente ci guadagna in comodità mentre tu che scrivi “ottieni” un lettore regolare, cosa che fa sempre piacere.

Esistono diversi programmi che si occupano di gestire automaticamente l’invio delle email agli iscritti. Io utilizzo Mailchimp, che è gratis fino a 2.000 utenti (numero più che sufficiente per iniziare).

Per creare il moduli di iscrizione alla newsletter (vedi figura in alto) utilizzo un programma chiamato Optinskin, che non a caso è il più diffuso.

Optinskin costa 67 Dollari (circa 50 Euro). E’ un po’ caro, ma secondo me ne vale la pena perché la qualità – sopratutto a livello di grafica (è personalizzabile al 100% nella forma, colori e scritte) – è di molto superiore a quella dei programmi gratuiti che offrono un servizio simile.

Inoltre Optinskin permette di sapere da quale pagina la gente si sta iscrivendo al tuo blog o sito web.

Diciamo che possiedi un blog che parla di scarpe e gioielli perché un domani vorresti vendere ai tuoi lettori questo tipo di merci.

Ipotizziamo poi che Optinskin ti mostra che il 95% degli iscritti arrivano dalle pagine che ospitano articoli riguardanti le scarpe. Ecco, questo è un chiaro segnale che forse dovresti concentrarti sulle “scarpe” perché questo è quello che vuole il tuo pubblico.

Diciamo che Optinskinè un po’ la ciliegina sulla torta, dove la torta è Mailchimp, che è gratuito.

Google Analytics

Google Analytics è un servizio gratuito che ti permette di vedere quante persone visitano il tuo sito, che pagine visitano, che lingua parlano, da dove arrivano (Google, Facebook, altri siti etc.) e così via.

Si tratta di informazioni importanti per capire quali siano gli articoli che la gente legge più volentieri e quali, invece, vengono ignorati. Ad esempio se io scrivessi cinque articoli su come imparare le lingue straniere e mi accorgessi che nessuno li sta leggendo, probabilmente deciderei di abbandonare il tema.

Immagini

Il 95% delle immagini che compaiono sui miei siti web sono scattate da me.

Se però ho bisogno di un immagine particolare vado a cercarla su Flickr Creative Commons, una base di dati ricca di immagini che puoi utilizzare gratuitamente (a patto di citare la fonte).

Per modificare o ridimensionare le mie foto di solito utilizzo Gimp, un programma gratuito che, per quanto riguarda le funzioni di base, sostituisce perfettamente il ben più caro Photoshop.

Pubblicità

Vuoi inserire delle pubblicità sul tuo sito web in modo da guadagnare ogni volta che qualcuno ci clicca su? Il metodo più popolare è senz’altro Google Adsense.

Se invece vuoi comprare pubblicità in modo che i tuoi possibili clienti ti trovino su Google, devi utilizzare Google Adwords.

Personalmente non ho mai utilizzato nessuno dei due servizi quindi non mi sento di esprimere un parere personale.

Riassumendo

E’ possibile creare un sito web e mantenerlo online per meno di 60 Euro all’anno.

Gli unici servizi a pagamento essenziali sono la registrazione del dominio e l’affitto del server.

Puoi progettare il tuo sito a costo zero utilizzando WordPress e un tema gratuito. Se invece decidi di investire qualche soldo in un tema a pagamento, io consiglio StudioPress.

Per quanto riguarda il resto dei servizi essenziali per gestire un sito web (newsletter, analytics e immagini), sono tutti disponibili gratuitamente.

Iscriviti e Scarica gli e-Book, è Gratis!
Iscriviti e scarica "21 risorse gratuite per imparare l'inglese online" e "Perdere 10 Kg: Le ricette"

Trackbacks

  1. […] Copywriting è l'arte di scrivere in maniera convincente ed avvincente (scusate la rima); WordPress è il programma che dovreste utilizzare se volete fondare un sito […]

Parla alla tua mente

*