Ricette per dimagrire velocemente

ricette per dimagrire

Dopo aver condiviso qui sul blog il metodo con cui sono riuscito a dimagrire velocemente (10 Kg in tre mesi) e mantenere il peso forma nei due anni successivi ho ricevuto una miriade di email con la stessa domanda:

OK, quello che dici ha senso, ma cosa cucini? Quali sono le tue ricette?

Ho così deciso di condividere le ricette che utilizzavo più spesso. In questo articolo troverai:

  • Un riepilogo della dieta che ho seguito per perdere peso.
  • Il numero e orario dei miei pasti.
  • L’elenco completo degli ingredienti che ho utilizzato e il motivo per cui ho scelto tali ingredienti (e scartato altri, come la soia o l’olio di semi).
  • L’elenco completo degli utensili da cucina necessari (ben pochi a dire il vero).
  • Le scuse più comuni inventate da chi vorrebbe provare la dieta ma alla fine rinuncia e la mia risposta a ciascuna di queste scuse.
  • Come “rilassare” la dieta una volta che si sono persi i chili di troppo in modo da mantenere un regime alimentare sostenibile ma che al contempo ti permetta di non riacquistare i chili di troppo. Perché, come sa bene chi ci ha provato, perdere peso è facile. Il difficile è restare magri!
  • Un e-book con l’elenco completo delle ricette che ho utilizzato. Scarico subito iscrivendoti alla newsletter utilizzando questo modulo:

Scarica l'e-Book "Le ricette per Perdere 10 Kg"
Iscriviti per scaricare i bonus gratuiti e ricevere la nostra newsletter

Riepilogo della dieta

Mettiamo subito in chiaro le cose: io non ho inventato niente. Mi sono piuttosto ispirato a “Quattro ore alla settimana per il tuo corpo (4 Hour Body)” di Tim Ferriss, un libro che raccomando a chi voglia approfondire il tema.

A dire il vero neanche gli autori di questi libri hanno inventato niente. Hanno però avuto il merito di ricompilare informazioni già note, testarle con successo in prima persona, e farle conoscere al grande pubblico (si tratta di due best-sellers, anche se il secondo è un e-book).

Ecco la dieta (da seguire sei giorni a settimana):

  • Non puoi mangiare nessun alimento processato (fritti, biscotti, zuccheri, bibite, alcool, eccetera).
  • Non puoi mangiare carboidrati bianchi (pane, pasta, riso e patate).
  • Non puoi mangiare frutta o latticini.
  • Il settimo giorno della settimana (io preferivo il venerdì) sfondati di porcherie (pizze, cioccolati, biscotti; è permesso persino l’hamburger di McDonald).

Qui trovi le ragioni del perché questa dieta funziona e la maniera migliore per monitorare i tuoi progressi.

Il numero e l’orario dei pasti

Io tento sempre di rispettare gli orari seguenti:

  • Colazione: 08:00
  • Pranzo: 12:00
  • Merenda: 15:00
  • Cena: 20:00

Chiaramente i tuoi ritmi possono essere differenti, l’importante è non mangiare fuori pasto.

Cosa puoi mangiare?

Ecco una lista completa degli alimenti permessi sei giorni a settimana:

  • Carne (meglio se pollo o carni bianche in generale) e uova.
  • Pesce (consiglio il salmone che innalza il livello di testosterone accelerando quindi perdita di peso).
  • Legumi (fagioli, lenticchie e ceci in quantità per compensare la mancanza di carboidrati bianchi).
  • Verdura (consiglio i broccoli per lo stesso motivo del salmone mentre la soia è da evitare perché abbassa il livello di testosterone).
  • Mandorle (che hanno tante calorie e compensano la mancanza di carboidrati).
  • Peperoncino, aglio e tè verde (che hanno proprietà dimagranti).
  • L’olio d’oliva è da preferirsi a quello di semi perché quest’ultimo quando si riscalda diventa cancerogeno (lo so, non ti ammazzerà però non è affatto sano).

Gli utensili da cucina di cui avrai bisogno

Ecco tutti gli utensili da cucina che utilizzo (tra le ricette trovi i dettagli su come utilizzare ognuno di questi strumenti di guerra):

  • Padellone multiuso (io possiedo un wok in acciaio.
  • Pentolone per le zuppe e gli spezzatini.
  • Tagliere e coltellaccio.
  • Insalatiere e scolapasta (comodo per lavare le verdure).
  • Due o tre mestoli.
  • Una vaporiera elettrica per cucinare le verdure.

Lussi che al momento non possiedo ma che utilizzo ogni volta che posso:

  • Caminetto, graticola e spiedo (sono sardo, la carne arrosto è il mio punto debole).
  • Bistecchiera in ghisa (un ottimo surrogato della brace, almeno per le bistecche di manzo e cavallo).
  • Forno elettrico (un altro buon sostituto del caminetto, anzi secondo me per il pesce il forno è più adatto perché evita di asciugarlo).

Alcune delle mie ricette preferite

Verdure al vapore (che consumo quasi ad ogni pasto)

Ingredienti:

      Verdure a scelta (io di solito cucino una testa di broccoli, una lattuga e mezzo chilo di fagiolini verdi).
      1. Accendere la vaporiera e versarci due dita d’acqua.
      2. Inserire le verdure lavate nella vaporiera.
      3. Lasciar cucinare per 30-45 minuti (dovrai testare quanto ci vuole perché ogni vaporiera richiede un tempo di cottura differente).

Nel caso tu non abbia intenzione di munirti di una vaporiera puoi sempre far bollire le verdure in una pentola. La differenza è che quando sono cucinate nella vaporiera le verdure perdono molte meno sostanza (che invece si diluiscono nell’acqua della pentola) e quindi tendono ad essere più saporite e nutrienti.

Colazione primitiva

Ingredienti:

      le verdure bollite nella vaporiera, aglio, peperoncino e un uovo.
      1. Versare un po’ d’olio d’oliva, un peperoncino e uno spicchio d’aglio tagliato a fette nella padella.
      2. Far soffriggere per un minuto per poi versare nella padella anche le verdure tagliate a fette, l’uovo e un pizzico di sale.
      3. Mescolare il tutto (in modo da amalgamare gli ingredienti) sino a che l’uovo non si cucina.

Minestrone

Ingredienti:

      mezzo chilo di legumi (fagioli, lenticchie o ceci), una cipolla, qualche pomodorino, una carota, mezzo chilo di bietole o spinaci e qualche peperoncino. Chiaramente sei libero di utilizzare altre verdure!
      1. Se non ti va di mangiare vegetariano puoi aggiungere un piede di porco o mezzo chilo di carne a tuo piacimento. Io normalmente preferisco accontentarmi dei legumi e delle verdure perché mangio già tanta carne.
      2. Lasciare i legumi in ammollo 24 ore. I motivi sono due: i legumi si cucineranno molto più velocemente e inoltre i fagioli perderanno la sostanza che ti trasforma in un petomane impenitente.
      3. Lavare i legumi. Lavare e tagliare le verdure.
      4. Inserire legumi e verdure nel pentolone e riempirlo d’acqua sino a che tutte le verdure risultano in ammollo (se il minestrone ti piace liquido aggiungi acqua!).
      5. Far cucinare a fuoco lento per 60-80 minuti e assaggiare i legumi di tanto in tanto per vedere se sono pronti (saranno l’ultimo ingrediente a cucinarsi).
      6. Condire il minestrone con olio d’oliva e sale e far cucinare per altri dieci minuti prima di spegnere i fornelli.

Salmone al vino bianco

Ingredienti:

      alcuni tranci di salmone, un limone, una cipolla, funghi e qualche peperoncino.
      1. Versare un po’ d’olio d’oliva e il salmone nella padella.
      2. Accendere i fornelli e far soffriggere a fuoco lento per due minuti.
      3. Aggiungere i funghi, i peperoncini, la cipolla e il limone tagliato a fette.
      4. Aggiungere due terzi di vino e un terzo di acqua sino a che il salmone risulta semi-immerso nel liquido.
      5. Cucinare a fuoco lento per 20-30 minuti (o sino a che il salmone non cambia completamente colore, da rosa vivo a rosa sbiadito).
      6. Controllare la padella ogni dieci minuti e aggiungere un po’ di vino e acqua se il liquido si asciuga.

Scuse comuni per non iniziare la dieta

Ecco le scuse più comuni inventate da chi a parole sostiene di voler dimagrire ma poi non fa niente per riuscirci:

Non riesco a mangiare salato a colazione

Non ci riesci o non ci hai mai provato? Il fatto che le pubblicità dei cereali ti abbiano lavato il cervello sin dalla nascita non significa che un’altra strada non sia possibile.

Sostituire zuccheri e carboidrati complessi con fibre e proteine (cioè verdura e uova) a colazione è la maniera più veloce per dimagrire.

Ma se proprio sei così testardo ti propongo l’alternativa seguente: fai colazione con uno yogurt senza zucchero e una banana e segui la dieta proposta a pranzo, merenda e cena. Non è la soluzione ottimale ma è senz’altro meglio di continuare a mangiare pasta a pranzo e cena e continuare ad ingrassare.

Se neanche questa soluzione ti va bene allora è chiaro che non hai nessuna intenzione di dimagrire. Sia chiaro, non c’è niente di male. Però almeno non raccontarti favole del tipo “vorrei ma non posso” ; )

La dieta mediterranea è la più sana del mondo

Può darsi. Ma “dieta mediterranea” non vuol dire ingozzarsi di pastine del mulino bianco. Se riesci ad eliminare tutti i cibi processati allora possiamo anche essere d’accordo. E in effetti una dieta mediterranea di questo tipo si avvicina molto a quella che propongo in quest’articolo.

Ma non credere alle stronzate che ti dice la tv. Il pane industriale che compri ogni mattina non ha niente a che vedere con la dieta mediterranea. E’ infatti prodotto con una farina iper-processata che ha perso tutte le fibre e che, una volta ingerita, si trasforma in zucchero e induce il pancreas a rilasciare una quantità abnorme di insulina (l’unica maniera che il tuo organismo conosce per eliminare lo zucchero in eccesso).

Dove va a depositarsi il prodotto risultante da questo processo chimico? Esatto, sui tuoi fianchi ; )

La dieta che descrivi non è equilibrata, abbiamo bisogno anche di carboidrati

Tralasciamo per un momento il fatto che la maggioranza della popolazione al momento assume troppi carboidrati e quindi non sta affatto seguendo una dieta equilibrata.

Vorrei però farti notare che anche i legumi sono ricchi di carboidrati. Si tratta però di carboidrati complessi (cioè non processati come quelli presenti nel pane bianco).

Vista la loro complessità strutturale, tali carboidrati richiedono un processo digestivo più lungo che limita il rilascio di insulina (al contrario dei carboidrati processati del pane bianco o della pasta che, come già detto, una volta ingeriti si trasformano in puro zucchero).

Tra l’altro anche le verdure “dolci” quali cipolle, carote, cavoli di Bruxelles, peperoni e zucche contengono carboidrati complessi (più di tre grammi per ogni cento grammi di verdura).

Come mantenere il peso forma

Supponiamo che, dopo qualche mese di dieta, riesci a raggiungete il peso forma. Dovresti continuare la dieta che ho descritto sino ad ora?

Sicuramente non ti fa male. Ho però notato che le modifiche seguenti ti consentono di mantenere il peso forma:

  • Sostituire la colazione primitiva con uno yogurt senza zucchero e una banana. Ho fatto questa scelta per due motivi: viaggio spesso e non posso certo portarmi dietro la padella e la vaporiera; inoltre mi piace troppo la frittata quindi preferisco consumare 6-7 uova a settimana in questo modo (anziché a colazione).
  • Aggiungere le patate alla dieta (ad esempio nel minestrone) per due-tre pasti a settimana. Le patate sono comunque naturali quindi fanno meno male del pane o la pasta. Inoltre, contenendo molte calorie, danno un senso di sazietà.
  • Anziché dedicare un giorno a settimana alle grandi abbuffate, mi concedo i carboidrati due-tre sere a settimana (magari una pizza o un piatto di ravioli cinesi).

Occhio che seguendo questa versione modificata della dieta perdere peso è più difficile, sopratutto se si è molto vicini al peso forma. Si tratta infatti di una “dieta di mantenimento.”

Indipendentemente dalla dieta che segui, sappi che se dopo aver raggiunto il peso forma ricominci a mangiare come prima, in pochi mesi riacquisterai i chili che hai perso. Sembra ovvio ma te lo dico lo stesso ; )

Il regime alimentare che ho appena descritto è, a mio parere, uno dei pochi che possa garantirti non solo di perdere peso ma anche di mantenere il peso forma senza grossi sacrifici e sforzi di volontà.

Io la considero più come uno stile di vita sostenibile sul lungo termine piuttosto che come una dieta vera e propria.

Un altro particolare importante è che, nonostante lo sport aiuti, non è assolutamente necessario per perdere peso (sempre che si segua la dieta!).

Io ho finito per oggi. Per scaricare l’e-book gratuito “Le ricette per perdere 10 Kg” ti basta iscriverti alla newsletter inserendo il tuo indirizzo e-mail nel modulo qui in basso.

Iscriviti e Scarica gli e-Book, è Gratis!
Iscriviti e scarica "21 risorse gratuite per imparare l'inglese online" e "Perdere 10 Kg: Le ricette"

Commenti

  1. Maria dice:

    Io ho perso peso e sto mantenendo un peso “forma” da quando sono diventata vegetariana, e mi sento MOLTO meglio! Penso che ognuno debba trovare la “sua” dieta ideale e poi viene da se. Concordo ovviamente su eliminare prodotti confezionati e lavorati, una cosa che faccio veramente fatica a rinunciare sono le mega torte che qui praticamente ti portano tutti i giorni i colleghi!!ormai ti commento tutto,mi sto appassionando! Fra un po’ non ne potrai più di me(:

    • Ivan dice:

      Se mangi solo prodotti naturali dimagrisci per forza ; )

      • Elisa dice:

        Non è detto che mangiando solo prodotti naturali dimagrisci per forza. Per quanto si possa pensare, anche le patatine fritte sono vegetariane, si tratta comunque di comuni patate fritte nell’olio di oliva, eppure ingrassano un sacco. Prova a pensare se qualcuno si facesse abbuffate di patatine fritte, mangerebbe cibo “naturale” accumulando un sacco di grasso. Anche molte torte sono naturali e vegetariane, così come la pizza, se non ci aggiungi qualche carne o pesce sopra. Essere vegetariani e non mangiare torte non sono due cose collegate in nessun modo. Senza contare che, seppur mangiando solo frutta e verdura, se qualcuno le condisce con tanto olio e tanto zucchero alla fin fine non sono poi tanto dietetiche.
        Bisognerebbe rivedere il concetto di naturale, vegetariano e dietetico perché in molti hanno questa visione distorta dei vegetariani.

        • Furio dice:

          Elisa… le patate fritte sono processate (sono fritte!!!!). Quindi assolutamente NON naturali.

          Idem per torte e pizze. E lasciamo perdere lo zucchero. Tu quest’articolo non l’hai proprio letto : )

  2. maria dice:

    Ciao,mi chiamo maria,ho iniziato la tua dieta proprio stamattina…speriamo bene!!!

  3. maria dice:

    Volevo farti una domanda:le verdure e i minestroni surgelati si possono mangiare o devono essere necessariamente verdure fresche?

    • Ivan dice:

      non penso le verdure surgelate facciano ingrassare : P

      Se puoi comunque privilegia quelle fresche, non è così difficile, basta organizzarsi un po’

  4. Barbara dice:

    Wow ! Sembra un programma fattibile, mirato ed efficiente. sono una ragazza di 18 anni e mi piace l’idea di aver 1 giorno libero la settimana, anche se ciò significa moderarsi nei giorni restanti. Ha 1 senso! Sono reduce dalla ( sbagliata) dieta dukan che mi ha fatto perdere 8 kg x riacquistarne 10 non appena ho ripreso a mangiare normalmente. Voglio intraprendere il programma da te descritto. Grazie mille !

    • Ivan dice:

      Ciao,

      la dieta Dukan è troppo estrema, ecco perché la gente perde 10 Kg e poi, quando smette con la dieta, ne acquista 12.

      Quello che ho illustrato è invece uno stile di vita alimentare sostenibile a lungo termine (già due anni per me anche se non lo seguo più alla lettera, come spiego nell’articolo).

  5. massimo dice:

    in effetti e simile alla dieta a ziona

    • Furio dice:

      Sì,

      i principi sono simili. Quello che cambia che un giorno a settimana mangi quello che vuoi (non è un particolare da poco).

  6. Lera dice:

    ciao, sono capitata qui dentro per caso, ma mi sembra un bel blog.
    anche io sto approntando un blog sul paese in cui vivo (all’estero)
    senti un po’… vorrei provare il tuo regime. non dici nulla sulle quantità, è tutto no limits???
    magari carne pesce e verdure si..
    pero le uova e per esempio le mandorle?
    l’alcol? (non bevo nulla di gasato o bevande strane zuvccherate, ma il vino è una debolezza)
    grazie mille

    • Furio Fu dice:

      Ciao,

      mangia pure sino a quando ti senti sazia… le quantità dipendono da un milione di fattori (esercizio, peso, sesso, metabolismo) quindi dicendoti quello che mangio io farei solo danni…

      il vino è meglio della birra o dei superalcolici e, in quantità moderata (un bicchiere a pasto) non altera i risultati del regime alimentare (anzi c’è chi dice che li migliori).

      Se hai proprio voglia di ubriacarti fallo nel giorno in cui mangi di tutto ; )

      • Lera dice:

        grazie mille,
        pero dammi un’idea magari, mandorle quante al giorno?e legumi quanti? 60gr? circa?… di piu di meno??
        la quinoa e il bulgur sono legumi?uhm forse no, sono cereali…

        per il vino ok, diciamo che un bicchiere a pasto non lo bevo, pero appunto capita che il weekend a cena la bottiglia di bianco vada giu.. :)
        grazie.
        ps: ho provato a inserire la mia mail x scaricare gli e-book ma non funziona, o piu probabilmente sono io che non sono capace.. consigli?

        • furio dice:

          Io mangiavo dieci mandorle di pomeriggio… sui grammi non so, però io spesso cucino 500 g di lenticchie o fagioli e le faccio fuori in 3 pasti haha

          Mangia senza problemi, se tagli carboidrati e zuccheri perderai peso, poi dopo qualche settimana puoi aggiustare le dosi a seconda dei risultati.

          Ho inserito la tua email nel modulo. Ti dovrebbe essere arrivata una email di conferma. Clicca sul link e poi ti arriva l’email con le istruzioni per scaricare gli ebook. Se non hai ricevuto niente controlla nella cartella dello spam, magari è finita lì!

  7. La Fase di Depurazione è Fonamentale per Iniziare Ogni Dieta finalizzata al Successo a lungo termine.

    Le Tossine accumulate, sopratutto al Fegato, fanno ingrassare velocemente e rendono difficile la fase di dimagrimento.

    Consiglio l’utilizzo di Verdure Crocifere,Pompelmo
    Barbabietole e carote, Te’ verde, Rucola e spinaci, tarassaco, grano germogliato sono ricchi di clorofilla e contribuiscono a purificare il sangue dalle tossine, neutralizzando metalli pesanti e pesticidi e svolgendo allo stesso tempo un’azione di tipo protettivo nei confronti del fegato.

    L’avocado aiuta l’organismo a produrre il glutatione, un aminoacido solforato con funzione antiossidante utile per contrastare i danni provocati dai radicali liberi e necessario al fegato al dine di liberare l’organismo da pericolose tossine. Recenti studi hanno mostrato come un consumo regolare di avocado possa contribuire a migliorare la salute del fegato.
    7) Mele

    Ricche di pectina, le mele contengono i componenti chimici necessari al nostro organismo per purificarsi e favorire l’eliminazione delle tossine dal tratto digestivo. Ciò rende più semplice per il fegato occuparsi del carico di tossine durante il processo di purificazione del nostro corpo.
    8) Olio extravergine d’oliva

    Oli spremuti a freddo come l’olio extravergine d’oliva, l’olio di semi di canapa e l’olio di semi di lino sono considerati benefici per il fegato, se utilizzati con moderazione, in quanto possono apportare una base lipidica in grado di incorporare una parte delle tossine presenti nell’organismo, alleggerendo il carico delle stesse sul fegato.

    Esistono centinaia di altri cibi e programmi specifici per eseguire correttamente la fase di disintossicazione che richiede circa 2 Settimane per poterla completare nel modo corretto. Non affidatevi all’improvvisazione, altrimenti non raggiungerete i risultati che davvero desiderate ottenere.

  8. maria dice:

    molto interessante, mi piace tantissimo questo articolo, ricco di informazioni utili..proverò anche i tuoi suggerimenti, grazieeee

  9. enza dice:

    ciao, da tempo seguo un regime alimentare tendenzialmente vegetariano, con pasta e pane integrali, e limitando fortemente gli zuccheri (niente nelle bibite, pochi dolci, e comunque per lo più fatti da me), e mi trovo abbastanza bene con il peso, la salute e il benessere. ogni tanto mi concedo una pizza, o altro di ‘gratificante’. mi trovo quindi sostanzialmente d’accordo con te. volevo chiederti però cosa pensi di: colazione a base di porridge (io mi trovo molto bene, soprattutto per il senso si sazietà che mi dura 3-4 ore, mentre prima ero capace di fare colazione e rifarla mezz’ora dopo e poi ancora); cereali integrali; lieviti (ho notato che se li riduco fortemente, ad esempio non mangiando la pizza, mangiando pane azzimo ed evitanto grissini, crackers etc., mi sgonfio parecchio..). grazie!

  10. Francesco dice:

    Ciao furio!
    Proverò anch io questa dieta e grazie dei consigli!
    Ma il mio problema più grande é solo uno non mi piacciono le verdure eccetto le zucchine!
    Che consiglio mi dai nel sostituire le verdure!
    Poi ultima domanda ma se si mangia la pasta in bianco in proporzioni limitate non può andare bene lo stesso?oppure solo dopo lo sforzo fisico?
    Grazie mille

    • Furio dice:

      Le verdure non si possono sostituire : )

      No, la pasta non va affatto bene per questo tipo di dieta.

  11. Paolo dice:

    Ciao Furio innanzitutto complimenti, volevo dirti che ho iniziato la tua dieta, la mattina un uovo alla coque e due carote, pranzo 400gr di legumi e verdure, mandorle e pesce o carne e verdura a cena

  12. Martina dice:

    Ciao! Bello l’articolo e soprattutto molto interessante, utile! Volevo chiederti delle cose, per non sbagliare e fare cavolate!
    1) nessun tipo di pasta o pane o altro che sia bianco; ma quello integrale? Se si che marca consigli?
    2) il riso Venere si può consumare?
    3) uova a parte che tipo di colazione intendi? Una fetta di prosciutto? (Magari dico una stupidaggine)
    4) porzioni della carne e del pesce, più o meno quanto dovrebbero essere?
    5) aceto balsamico? Salsa di soia? Per condire insalate o altro solo sale e olio oliva?
    Grazie infinite! Aspetto tue notizie

    • Furio dice:

      Ciao

      1. Integrale è meglio, ma sempre di carboidrati processati si tratta
      2. Boh, mai sentito.
      3. Qualsiasi cosa che non sia processato, non contenga zucchero né carboidrati processati (farina etc)
      4. Quanto ti basta per saziarti.
      5. Non penso siano un problema.

      F

  13. Claudia dice:

    Ciao! Sono reduce da una dieta fai da me che mi ha fatto perdere un bel po di chili mangiando prettamente frutta e chili verdura, proteine solo in tre pasti alla settimana; carbo, dolci e grassi solo un giorno a settimana, tra l altro non programmato. Volevo chiederti, secondo te che tipo di impatto può avere lo schema che proponi sul mio fisico, considerato il pregresso regime alimentare? Potrei considerarlo come una sorta di mantenimento?

    • Furio dice:

      L’unica differenza mi sembra che aumenteresti le proteine… in teoria dovrebbe aiutarti a mettere su qualche muscolo e darti più energia

  14. È quello che ho imparato e quello che dico da sempre: se si vuol dimagrire non bisogna saltare i pasti. Soprattutto i cosiddetti spuntini sono utili perchè cnosentono di arrivare ai pasti principali senza troppa fame. Qualche anno fa mi rivolsi ad un nutrizionista C-Diet che mi fece aprire gli occhi su questa cosa. Da allora ho deciso di mantenere sempre una alimentazione sana senza eccessi e con un pò di attività fisica nel corso della settimana, non soni mai più andato in sovrappeso.

  15. maria dice:

    Ciao, ho trovato molto interessante tutto ciò che hai scritto e vorrei porti delle domande per chiarirmi alcuni dubbi.
    Non mi è chiaro infatti l’uso dei cereali: si possono assumere o no? e se si, integrali, normali o come?
    Seconda cosa, io pratico molto nuoto, anche 3\4 volte a settimana, quindi vorrei chiederti un consiglio su come distribuire bene i pasti ma soprattutto i nutrienti. (esempio, proteine a pranzo o a cena? colazione tipo, ecc )
    In attesa di una tua risposta, auguro a tutti una buona giornata.
    Ciao.

  16. Furio dice:

    Ciao,

    cosa intendi per cereali? In generale andrebbero evitati, sopratutto quelli in scatola. Per il nuoto, l’ideale sarebbe di mangiare subito dopo (diciamo entro un’ora dopo che hai finito di nuotare). In questo caso andrebbe bene anche una bella pizza o un piatto di pasta (ma solo perché hai appena fatto esercizio).

Trackbacks

  1. […] Clicca qui per scaricare le ricette che ho utilizzato durante la dieta! […]

Parla alla tua mente

*