L’esercizio a otto picchi: dimagrire correndo

sprint a 8 picchi

Per anni sono andato a correre mezz’ora al giorno, sei giorni a settimana.

Non me ne pento, correre è meglio che stare a casa a giocare con la playstation. E poi ti fa stare bene, anche psicologicamente.

Ma oggi so che ci sono metodi migliori per allenarsi e dimagrire correndo e vorrei condividere quello che reputo essere il più efficiente in assoluto.

Lo sprint a otto picchi

Lo sprint a otto picchi è un tipo particolare di allenamento a intervalli (interval training) che ho “scoperto” due anni fa sul sito web del Dr. Mercola (in inglese).

Ecco come praticarlo:

  • Riscaldarsi per 3-4 minuti.
  • Correre il più velocemente possibile per 30 secondi, sino a sentirsi scoppiare.
  • Camminare per 90 secondi.

  • Ripetere sette volte per un totale di otto scatti (e sedici minuti di allenamento).
  • Allenarsi in questo modo due o tre volte a settimana (non di più, il tuo fisico ha bisogno di recuperare).

Se per qualsiasi motivo non puoi o non vuoi sprintare, puoi sempre utilizzare una cyclette, una macchina ellittica (quella che si trova nelle palestre), o il nuoto.

L’importante è riuscire a spingere il tuo fisico al massimo per trenta secondi di fila, otto volte di seguito.

Se sei fuori forma, le prime volte è meglio non andare oltre le tre o quattro ripetute (anche perché non ci riusciresti). Si può poi aumentare gradualmente sino ad arrivare a otto.

Perché un esercizio del genere è meglio della classica corsetta aerobica da trenta-quaranta minuti?

I motivi sono vari, ma andiamo con ordine.

Un fatto estetico

Guarda Haile Gebrselassie, maratoneta, e Usain Bolt, sprinter. Che fisico preferiresti avere?

O, parlando di donne, è meglio il fisco di una marciatrice o quello di una giocatrice di beach volly?

Beh, scusate ma adesso io vado in spiaggia…

spriterGebrselassie (a sinistra) e Bolt (a destra).

Perché andiamo a correre?

Il mito che una mezz’ora di corsa al giorno levi il medico di torno nasce proprio dai dottori, che spesso consigliano questo tipo di sport.

Inoltre correre non richiede nessuno studio o materiale specifico. Basta alzarsi, mettersi le scarpe da ginnastica, uscire in strada e partire.

Il nostro corpo

Sin dalla preistoria il nostro corpo ha dovuto adattarsi a realizzare scatti brevi ma intensi.

Non mi risulta che le gazzelle africane si prendessero con una corsettina leggera come quella prescritta dai medici.

C’erano i battitori e i cacciatori veri e propri. Che si nascondevano e poi, quando la preda era abbastanza vicina, vi si avventavano a tutta velocità.

Un po’ come i cacciatori odierni, solo che loro hanno il fucile…

Allena il tuo cuore

Quando corriamo ad andatura costante per quaranta minuti stiamo allenando il nostro cuore a una sola frequenza cardiaca (quella che ci permette di correre per mezz’ora o un’ora di fila senza scoppiare).

Ma la vita è un’altra cosa. Ogni volta che compiamo un’azione, sia che si tratti di salire le scale, fare un trasloco o incazzarci con il nostro fruttivendolo di fiducia perché ci ha venduto le pesche marce, il nostro cuore lavora a frequenze diverse ed è spesso soggetto a cambiamenti repentini.

Proprio come i cacciatori preistorici.

Uno dei vantaggi principali dell’esercizio a otto picchi è quello di allenare il nostro cuore a tutte le possibili frequenze.

Come mostrato nella figura in basso (si tratta del battito del Dr. Mercola durante una sessione di cyclette a otto picchi), in corrispondenza di ogni scatto la frequenza cardiaca aumenta sino a raggiungere il massimo alla fine dei trenta secondi (da qui il nome “otto picchi”).

La cosa interessante è che, dopo ogni scatto, la frequenza che il nostro cuore riesce a raggiungere è superiore a quella raggiunta durante lo scatto precedente.

sprint a 8 picchi - diagramma

Se si esegue l’esercizio correttamente, in corrispondenza dell’ottavo picco il nostro cuore tocca il numero di battiti massimi consentiti dal nostro corpo (cioè 220 meno la nostra età, quindi se hai 25 anni sarà 195 mentre se hai 50 anni sarà 170 come nel caso del Dr. Mercola).

E’ qui che il “miracolo” ha inizio.

Perdere peso e aumentare la massa muscolare

Buona parte della gente che va a correre lo fa per perdere peso o comunque tenersi in forma.

Il problema è che quando si corre trenta minuti o quaranta di seguito, oltre ad allenare il nostro cuore a una sola frequenza, si utilizzano SOLO le fibre muscolari lente (o rosse).

Uno dei modi più efficaci per per perdere peso e aumentare la massa muscolare è quello di aumentare il nostro livello di HGH (l’ormone della crescita) che viene prodotto SOLO quando si allenano le fibre muscolari veloci (o bianche).

E uno sforzo anaerobico come l’esercizio a otto picchi rappresenta la maniera più efficiente per allenare la nostra massa muscolare veloce, stimolando la produzione dell’ormone della crescita e quindi la perdita di peso e l’aumento della massa muscolare.

Perché tante persone iniziano a ingrassare quando si avvicinano ai trent’anni?

Iniziare a ingrassare alla soglia dei trent’anni (a volte anche prima) è un fatto abbastanza comune, soprattutto se si svolge una vita sedentaria.

Questo fenomeno è strettamente legato al fatto che, alla soglia dei trent’anni, il nostro corpo diminuisce drasticamente la produzione di ormone della crescita.

E, a costo di ripetermi, l’unico modo per ristabilire la produzione di ormone della crescita è quello di allenare le fibre muscolari veloci.

Che dieta dovresti seguire?

Nonostante l’esercizio giochi un ruolo cruciale nella nostra forma fisica, noi siamo quello che mangiamo.

La settimana scorsa ho pubblicato un articolo che illustra un regime alimentare che non solo ti consente di raggiungere il tuo peso forma in poco tempo ma che, a mio modesto parere, è anche più sano di quello che conduciamo di solito (basato su pane e pasta).

Sei disposto a provare qualcosa di alternativo come lo sprint a otto picchi?

Iscriviti e Scarica gli e-Book, è Gratis!
Iscriviti e scarica "21 risorse gratuite per imparare l'inglese online" e "Perdere 10 Kg: Le ricette"

Commenti

  1. alessandra dice:

    Ciao Ivan,
    da canoista e dragon boater agonista trovi tutto il mio appoggio nell’utilizzo dello sprint a 8 picchi. Chiaramente non mi limito al solo allenamento anaerobico settimanale (in barca naturalmente!!!), ma come da programma, lo alterno a esercizi di allenamento aerobico, e ad altri specifici delle specialità.
    Un cuore allenato è alla base di una vita sana e lunga, qualsiasi siano le notre attività quotidiane, putroppo questa buona pratica non raggiunge tutta la popolazione, neppure la più giovane, vuoi per ‘mancanza di tempo’, vuoi che pigrizia ‘storica’ che ci si porta dall’infanzia. Credo che i genitori giochino un ruolo fondamentale nella nostra vita sportiva, quasi quanto gli amici e la scuola…!
    Da domani (…oggi ho scordato la sacca dell’allenamento a casa!) sperimento il tuo esercizio specifico e ti faccio sapere!!
    Ciao!!!

    • ivan dice:

      Ciao Alessandra,

      grazie per l’appoggio. Non essendo un medico né tantomeno un atleta professionista rischio di non essere preso troppo sul tema “esercizio” : )

      Il problema principale secondo me è che tanta gente inizia a fare sport senza essersi mai informato. Un po’ come chi pensa di riuscire ad avere gli addominali in mostra con qualche mese di “crunch” (mentre forse basterebbe mangiare meno pane : P)

  2. Sergio dice:

    Ciao Ivan,
    Sono felice di scoprire di non essere il solo a seguire questo tipo di allenamento..io sono molto attivo,e ho scoperto che imporre ai muscoli un tipo di allenamento sempre diverso,o comunque molto vario,permette di ottenere prestazioni migliori,miglior tono,maggior consumo calorico (in associazione alla dieta come hai specificato in un articolo precedente).
    Non ho mai avuto voglia di correre per un ora di fila: l’ho sempre trovato noioso,nonostante ritenga che la corsa sia l’unico modo realmente economico che da i migliori risultati cardiopolmonari e muscolari..Per questo motivo ho adottato questo tipo di allenamento: http://it.m.wikipedia.org/wiki/High_Intensity_Interval_Training , Che corrisponde praticamente col tipo di allenamento che stai consigliando tu.

    • ivan dice:

      Ciao Sergio,

      oltre ad essere un grande sportivo so che ti stai laureando in medicina quindi mi fa piacere vedere che approvi e segui questo tipo di allenamento.

      Sì, come cito all’inizio dell’articolo “interval training” è il nome generale dato a questo tipo di allenamento.

      Ad esempio quelle che gli allenatori di calcio chiamano “ripetute” non è altro che un tipo di interval training.

      La parte che trovo più interessante nello scheduling dell’allenamento a otto picchi è che si riescono ad allenare tutte le frequenze cardiache in soli 16 minuti (di cui solo 4 minuti di “sprint” mentre 12 sono di riposo).

      Giovedì scorso io sono arrivato a 193 battiti (ho trent’anni quindi la mia soglia massima teorica è 220-30= 190).

      E da quello che dicono le ricerche scientifiche questo è il modo più efficace per stimolare la produzione dell’ormone della crescita.

  3. Sergio dice:

    Si,assolutamente!inoltre l’esercizio fisico aumenta la capacità che ha il muscolo di captare lo zucchero dal sangue,riducendo il lavoro del pancreas ( protettivo per il diabete ), riducendo lo zucchero che andrà a diventare grasso corporeo, migliorando il tono dell’umore. Un amico dietologo comunque mi ha sottolineato che non importa lo sport che fai,ma quante calorie totali consumi, rispetto a quelle assunte, ovvero conta molto il bilancio energetico: se negativo allora dimagrisci,anche se mangi tanto carboidrati.
    Ps.sono molto interessanti i tuoi articoli ;)

    • ivan dice:

      Ciao Sergio,

      grazie per i complimenti : )

      Ok per il bilancio energetico.

      Ma è chiaro che se mangi tanti carboidrati e non fai sport il tuo bilancio energetico non potrà mai essere negativo.

      Invece se lo sport che fai contribuisce ad alzare il tuo livello di HGH e testosterone il tuo metabolismo aumenta e quindi il tuo corpo consuma molte più calorie, anche quando dormi!

      Quindi ti è “permesso” mangiare più carboidrati senza ingrassare (anzi, i carboidrati mangiati dopo l’esercizio a 8 picchi sono ottimi per recuperare le energie in quanto finiscono direttamente nei muscoli, come spiego nell’articolo dedicato all’alimentazione).

      Il punto del discorso è proprio questo, combinando le strategie dei due articoli (esercizio + alimentazione) si riesce a dimagrire ed aumentare la massa muscolare senza fare grandi diete né vivere in palestra.

      Poi chiaro, anch’io quando avevo 22 anni e facevo 3 ore di allenamento al giorno (karate, pesi e corsa a Monte Claro) non ingrassavo neanche se mi mangiavo un panettone a colazione : P

  4. Sergio dice:

    Eheh..pienamente d’accordo..penso infatti che i due articoli sia o perfetti associati assieme :)

  5. Francesca dice:

    Stra interessanti i tuoi articoli!! Io da un anno a questa parte corro regolarmente due volte a settimana, ma lavoro di resistenza…il tuo articolo mi ha incuriosito e penso che proverò, però non sono sicura che faccia per me! perchè io non voglio assolutamente aumentare la mia massa muscolare (ho delle gambe già robuste di costituzione ahimè) e un allenamento anaerobico ho sempre pensato fosse controproducente per il mio problema….cosa ne pensi? (te lo chiedo per il tuo commento se preferiamo il fisico di una marciatrice o di una pallavolista…domanda scontata se una parte già con un bel fisico… :/ )

    • Furio dice:

      Ciao Francesca,

      non pensare che con quest’esercizio diventerai una body builder. Magari provalo per qualche settimana e vedi se fa per te.

      Se corri per dimagrire sicuramente più efficace della resistenza due giorni a settimana. Se corri per tenerti in forma anche haha

  6. Barbara dice:

    Ciao Ivan! ..volevo tanto provare questo tipo di allenamento ma mi chiedevo se e’fattibile la mattina presto a figiuno o e’meglio in un momento della giornata in cui si hanno piu’forze..e poi io ho il tapis roulant e sarebbe buono fare li’questo particolare tipo di corsa?perche’abito su un’altura e l’alternativa sarebbe fare la discesa correndo oppure la salita..che dici tu??..premetto che faccio 5 volte a settimana la famosa corsetta per 50min..Grazie!!

    • furio dice:

      Ciao,

      vedi tu. magari non iniziare a digiuno però poi puoi sperimentare. Con il tapis roulant secondo me è pericoloso. In salita è perfetto perché sforza meno le ginocchia (sei costretta ad andare più piano).

      Magari non iniziare con 8 scatti. Inizia da 3-4 e poi aumenta gradualmente con il tempo.

      • Barbara dice:

        Ma GRAZIE!! per la tua velocita’di risposta..non ci speravo! :-) Anche a me il tapis non convinceva..OK da domani ci provo,anche se fa strano pensare che 4 ore di spossante corsa si possano sostituire con 3 interval training da 16min e avere gli stessi risultati(o anche meglio addirittura!)..ti do fiducia pero’..hai ‘un’open mind’ invidiabile.. Baci dalla Grecia!!!

        • furio dice:

          Ciao,

          nell’allenamento, come in molti altri campi (lo studio ad esempio) tanto tempo non significa per forza tanta qualità… l’interval training allena tutti i tipi di fibre muscolari e tutte le frequenze cardiache… 50 minuti di corsa al giorno errrr molto incompleto.

          Al momento sto sperimentando qualcosa di ancora più estremo (solo flessioni e piegamenti) e sembra funzioni anche quello… ci scriverò presto un articolo.

  7. Patty dice:

    Ciao Ivan,
    ho letto con molto interesse il tuo articolo e vorrei chiederti un consiglio, sono una ragazza di 34 anni, che ha sempre fatto sport tranne negli ultimi due anni nei quali ho avuto qualche problema di salute ed ho dovuto star ferma. Adesso ho ripreso a correre sul tapis roulant prima con delle lunghe e noiose sessioni che non mi davano alcun risultato, poi facendo ricerche su internet ho letto dell’interval training ed ho cominciato a provare…
    Io però faccio 30 minuti di allenamento cosi composti: 5 minuti di riscaldamento con camminata lenta e pesetti, 20/25 minuti di scatti 1 minuto di camminata veloce e un minuto di corsa veloce e dinuovo 5 minuti di defaticamento.
    Il mio obbiettivo è quello di rassodare nuovamente la muscolatura, e asciugarmi un pò sono alta 1.70 e peso circa 61/62 KG, aggiungo anche che ho un alimentazione corretta, ma l’ho sempre avuta, e credo in passato di aver contribuito a far abbassare il metabolismo perché mangiavo molto poco per mantenermi in firma.
    A tuo parere questo genere di allenamento fatto 4 giorni a settimana può aiutarmi?
    A livello di bilancia non mi pare dia risultati…:(
    Grazie

    • Furio Fu dice:

      Hey, l’interval training funziona perché 1) allena tutte le fibre muscolari 2) ti spinge sino alla soglia massima cardiaca stimolando così il metabolismo.

      La tua soglia massima è circa 186 (220 – la tua età). Il problema è che se riesci a correre un minuto di seguito non stai andando al massimo quindi non raggiungi mai la soglia. Ti consiglio di ridurre a 16 minuti le ripetute: trenta secondi sino a scoppiare poi novanta secondi camminando per otto volte consecutive.

      Magari non iniziare subito con otto serie. Altro consiglio, il tapis roulant è pericoloso quando vai così veloce, ti consiglio di andare al parco.

      Ciau

      • LadyP. dice:

        Ciao,
        ho seguito il tuo consiglio, ho iniziato l’allenamento con 8 picchi…caspita che differenza rispetto quello che stavo facendo io :)…do il massimo nei 30 secondi e poi cammino per i successivi 90…nonostante segua una buona alimentazione ricca di verdure, proteine e pochi carboidrati…l’ago della bilancia dopo due settimane è salito!!! :( :( premetto i centimetri sono gli stessi forse ne ho perso uno in vita e uno nel torace, ma non vorrei sbagliare qualcosa…che ne pensi è possibile un aumento di peso?
        Grazie

        • furio dice:

          Ciao,

          io aspetterei qualche settimana prima di trarre conclusioni. Se non hai cambiato la dieta non puoi pretendere di perdere peso con una settimana di sport. La dieta conta almeno il 70%.

          Comunque il peso per me conta poco perché se metti su muscoli anche se perdi grasso il peso aumenta. Controlla il giro vita, giro coscia etc. Ciao.

          • LadyP. dice:

            Ciao,
            Grazie per la tua risposta immediata!!!
            seguirò i tuoi consigli e ti farò sapere tra qualche settimana :)

  8. Angela dice:

    Ciao e bentrovato!
    Sono capitata per caso sul tuo blog e ho letto già un paio di articoli interessanti.In particolare questo,chissà abbia trovato quello che fa per me!Riguardo questo allenamento a 8 picchi,mi e’ sembrato di capire che si può praticare comodamente da casa con la cyclette,ma mi chiedevo se ci sono alternative da poter appunto praticare a casa.Grazie e buon lavoro!

    P.s. L’allenamento a 8 picchi non e’ molto conosciuto sul web italiano,ho fatto qualche ricerca ma si trova di piu’ in lingua straniera.

    • Furio Fu dice:

      Ciao,

      da casa oltre alla cyclette non vedo molte alternative. Il tapis roulant mi sembra pericoloso

  9. meili dice:

    Ciao! Il tipo di allenamento descritto suscita il mio interesse…. mi chiedevo: per chi come me usa il tapis roulant correre veloce significa a quanto? 10, 12, 15…..
    Grazie

    • Furio Fu dice:

      Ciao, dipende dalla tua forma fisica… l’importante è dare il massimo. Occhio perché con il tapis roulant secondo me quest’esercizio è pericoloso perché se cadi a queste velocità ti sfracelli

  10. enza dice:

    ciao, ieri ho provato l’esercizio. premetto che da molti anni corro una volta a settimana (poco, lo so..) per circa un’ora. dopo i 30 secondi, però, non mi sono sentita così spompata (forse al settimo picco), eppure ho corso al mio massimo. va bene, secondo te, o c’è qualche parametro di riferimento che non sia me stessa per capire se davvero ho corso al massimo? grazie. ps la cosa che mi piace di più di questo esercizio è la possibilità di ridurlo a poco meno di mezz’ora..

    • Furio Fu dice:

      il totale è 16 minuti!

      forse stai aspettando più di 90 secondi tra uno scatto e l’altro? In caso contrario se dai il massimo dovresti sentirti bella stanca già al terzo-quarto scatto

  11. Vito dice:

    Ciao corro tutti i giorni 20 km da lun a sab in 2 ore…lun merc ven allenamento veloce con ripetute mart giov sab lento ebbene in due mesi e mezzo ho perso quasi 15 kg… Adesso non perdo più un etto che faccio???

    • Furio dice:

      Ciao,

      1. Sei sicuro che devi ancora perdere kili? Magari sei arrivato a una percentuale di grasso molto bassa.

      2. In caso contrario, cambia l’alimentazione, che tra l’altro conta di più dell’esercizio. Qui sul sito trovi vari articoli sul tema!

      • Vito dice:

        Pesavo 115 kg adesso peso 100 kg.. 15 kg in quasi tre mesi… 20 km da l’un a sab in 2 ore..praticamente non mangio niente.. Da lun a sab…dom però mi faccio mezzo kg di pasta… O una fiorentina da 1 kg…sono un uomo di 51 anni per 190 cm di altezza… Vorrei perdere ancora 5 kg.. Ti prego aiutami!!!!!!!!………sono malato secondo te?????

        • Furio dice:

          Io smetterei di correre due ore di seguito… leggi di nuovo l’articolo per i dettagli e magari prova a seguire un programma di allenamento simile, appunto, a quello dell’articolo

  12. tiziana dice:

    Ciao,
    volevo chiedere se questo tipo di allenamento potrebbe essere adatto ad una ragazzino di 12 anni che gioca a tennis ma che soffrendo di un problema ai piedi (osteocondrosi)non può fare allenemento su terra ma solo su cyclette.
    Grazie

  13. Ciao quindi sono meglio 20 minuti di ripetute che non 11km di corso per u quali mediamente impiego 62 minuti?

  14. eleonora dice:

    ciao mi chiamo eleonora da dicembre ad oggi ho perso circa 15 kg, seguo una dieta equilibrata con proteine, carne, uova e pesce e 2 o 3 volte a settimana carboidrati (mai a cena,pane solo a colazione e pasta non condita o riso basmati o rosso a pranzo), ho iniziato oggi con la corsetta simpatica ma dura da te descritta degli 8 picchi x 16 minuti,sono già allenata in quando fin ora quasi tutti i giorni corro tra corsa sull’asfalto e tapis rouland dove facevo spesso i picchi ma ogni 5 minuti e il picco durava 1 minuto, in effetti questa dei sedici minuti mi sembra proprio simpatica in quando con minor tempo hai risultati maggiori! vedremo! cmq secondo te la mia alimentazione va bene? e il fatto che io corra questi 16 min a 8 picchi 3 volte a settimana e poi il resto degli altri gg faccio attività mista cioè aerobica ad una sola frequenza e anche anaerobica pensi possa inficiare sulla riuscita dei risultati? grazie e complimenti!

    • Furio dice:

      Mi sembra OK! Io i picchi li farei su superficie morbida (sterrato o erba) per non sforzare troppo ginocchia e caviglie

  15. Francesco dice:

    Ciao!
    Grazie per l’articolo. Davvero molto interessante.

    Ho deciso di provare la tecnica dei picchi.
    Consigli di aggiungere anche un’attività “classica” come la corsa a velocità costante?

    Magari:
    LUN picchi
    MAR corsa
    MER picchi
    GIO corsa
    VEN picchi

    sto seguendo una dieta dal dietologo ma non vedo i risultati.

    Grazie

  16. Mietta dice:

    Ciao Ivan,
    ho appena seguito il tuo consiglio sugli 8 picchi, adesso che scrivo sono fresca di doccia però ;-)
    Effetto a primo impatto: le mie gambe sono andate letteralmente a fuoco….e adesso mi sento moscia, e non pensavo di fare tanta fatica!!!
    Premetto che non sono proprio fuori allenamento avendo ripreso le mie 3 sessioni a settimana di ellittica (aggeggio infernale che mi aspetta con quell’aria di sfida in cameretta) di 50 minuti da un mesetto circa, forse per questo sono riuscita a fare 8 picchi, anche se al sesto volevo arrendermi!
    Comunque ho associato 40 minuti di attività aerobica e i 16 di anaerobica che tu suggerisci come rimedio “estetico”.
    Non seguo una dieta specifica ma sto attenta a quel che mangio anche se visti gli scarsi risultati dei 50 min. di cui sopra (la bilancia non mi supporta…è ferma da un mese nello stesso punto!) mi sa che devo associare una vera dieta magari quella di cui parli in un tuo articolo.
    Circa un anno fa persi 20kg con l’aggeggio infernale e un pò di attenzione al cibo, poi con il trasloco e il matrimonio e tutti i suoi preparativi ho lasciato per riprendere come ti dicevo un mesetto fa. Da allora, ossia 10 mesi di stop e abbuffate e festività varie, ho preso 1kg…si solo 1kg!!!
    Ma il mio obiettivo è quello di perdere altri 20kg per arrivare al peso forma da me sempre desiderato.
    Sono sempre stata una “bella cicciottella” ma tre anni fa ho superato ogni limite ingrassando smisuratamente a causa di un cambio drastico di stile di vita! adesso sono tornata alla fase della Bella cicciottella ( nel senso che esteticamente non sono inguardabile ma diciamo proporzionata….ho un fisico a mela come i maschietti con prevalenza di ciccia sulle braccia, viso e addome).
    Arriviamo al punto: ti scrivo perchè mi è piaciuto il tuo articolo e forse anche perchè vorrei un pò di incoraggiamento nel proseguire la mia battaglia o anche suggerimenti ulteriori.

    Aspetto una tua risposta ;-)

  17. Ivan dice:

    Ciao Mietta,

    l’esercizio sembra facile ma è molto duro. Quando è fatto bene si finisce spompati e non si riesce più a fare neanche dieci flessioni. Ecco perché consiglio di iniziare con 4-5 picchi se non si è già in buona forma.

    Per quanto riguarda la questione “dimagrire,” il mio consiglio è quello di non focalizzarti sul peso quanto sul giro vita. Mi spiego meglio. Se fai tanto sport tendi a aumentare la massa muscolare, che è molto più densa della ciccia.

    Quindi, per usare un analogia, un chilo di muscoli occupa meno spazio di un chilo di grasso come un chilo di ferro occupa meno spazio di un chilo di paglia.

    Questo vuol dire che se misuri solo il peso è difficile notare dei miglioramenti (se hai più muscoli e meno grasso il peso magari è lo stesso).

    Il modo per notare i miglioramenti è invece quello di prendere un metro misurare ogni settimana la circonferenza del braccio, dell’addome, dei fianchi e della coscia.

    Sommando queste misure si ottiene un numero che, mano a mano che si dimagrisce, diminuisce anche se aumenta la massa muscolare.

    Misurarsi in maniera regolare aiuta per due motivi:

    1) Se la circonferenza totale non cala si sta facendo qualcosa di sbagliato (di solito nella dieta) quindi si può procedere a fare delle modifiche, anche piccole, e vedere cosa funziona e cosa no.

    2) Se invece il metodo funziona inizierai a vedere una sfilza di numeri che diminuisce di settimana in settimana. Tutto ciò ti aiuta a mantenere la motivazione.

    Tienici aggiornati : P

  18. Patty dice:

    Ciao Ivan,
    ho letto con molto interesse il tuo articolo e vorrei chiederti un consiglio, sono una ragazza di 34 anni, che ha sempre fatto sport tranne negli ultimi due anni nei quali ho avuto qualche problema di salute ed ho dovuto star ferma. Adesso ho ripreso a correre sul tapis roulant prima con delle lunghe e noiose sessioni che non mi davano alcun risultato, poi facendo ricerche su internet ho letto dell’interval training ed ho cominciato a provare…
    Io però faccio 30 minuti di allenamento cosi composti: 5 minuti di riscaldamento con camminata lenta e pesetti, 20/25 minuti di scatti 1 minuto di camminata veloce e un minuto di corsa veloce e dinuovo 5 minuti di defaticamento.
    Il mio obbiettivo è quello di rassodare nuovamente la muscolatura, e asciugarmi un pò sono alta 1.70 e peso circa 61/62 KG, aggiungo anche che ho un alimentazione corretta, ma l’ho sempre avuta, e credo in passato di aver contribuito a far abbassare il metabolismo perché mangiavo molto poco per mantenermi in firma.
    A tuo parere questo genere di allenamento fatto 4 giorni a settimana può aiutarmi?
    A livello di bilancia non mi pare dia risultati…:(
    Grazie

  19. Calogero dice:

    Ciao Ivan,
    innanzitutto complimenti per gli articoli, utili e interessanti. Io peso solo 69 kg, ma ho l’atavico problema di avere tanta massa grassa da smaltire. Da una settimana seguo la dieta proposta da Tim Ferriss, ma vorrei migliorare ulteriormente i risultati facendo l’esercizio ad otto picchi. Volevo chiederti se dopo l’attività posso concedermi dei carboidrati(magari un piatto di 100 g di pasta al pomodoro con un pò di parmigiano).
    Grazie

  20. Furio Fu dice:

    Sì!

Trackbacks

  1. […] Clicca qui se sei interessato a scoprire i miei esercizi preferiti. […]

  2. […] (accelerando così il metabolismo e aiutandoci a bruciare il grasso in eccesso più velocemente). Qui trovi il mio esercizio […]

Parla alla tua mente

*