10 regole per scrivere 10,989 parole in un giorno

come scrivere

Le regole sono alla fine dell’articolo. Prima voglio raccontarti una storia.

Autopsia di una giornata qualunque

Mi alzo, accendo il pc, mangio una banana e uno yogurt alla fragola. Quelli senza zucchero erano finiti. Rispondo a una trentina di e-mail e sono già le nove.

Apro il mio editor WordPress e inizio a scrivere. Ma non di getto. No, ho promesso a un cliente che avrei preparato una guida su come calcolare i dazi di importazione. Devo fare un bel po’ di ricerca ma a mezzogiorno è pronta. 1,237 parole e dieci figure (schermate del mio pc mentre calcolavo i dazi per importare violini sul sito del Ministero dell’Economia).

Ne vado molto fiero, te la mostrerei ma sospetto che non te ne può fregà de meno. [Per saperne di più…]

Commetti anche tu questi errori grammaticali che ti fanno sembrare stupido?

Durante questo articolo tenterò di rendermi il più ridicolo possibile, svelando alcuni degli errori grammaticali che commettevo e commetto regolarmente.

Perché lo faccio?

Ricordi quando dal mio pulpito virtuale – ergo questo blog – predicavo che l’unico modo per crescere è quello di uscire dalla propria zona di comfort?

Ecco, non scherzavo. Un aspirante autore di fama iper galattica come me dovrebbe evitare errori grammaticali perché, per usare una metafora a me cara:

“Un errore grammaticale in un buon libro è come un dente cariato nel sorriso di una bella ragazza.”

Quindi ho deciso di auto-punirmi con questo articolo, nell’intento che il mio subconscio sgrammaticato percepisca il messaggio.

Lettera dal fronte

Venerdì scorso ho ricevuto quest’email: [Per saperne di più…]