Il *segreto* per avere successo

Tenetevi forte perché questa è grossa. No, per avere successo non ti basterà visualizzare una montagna di soldi e sorridere come un ebete in modo che gli astri celesti si allineino e facciano convergere su di te una ventata di energia positiva.

E’ più semplice di quello che pensi. Il segreto di ogni persona di successo è…

CONCLUDERE QUELLO CHE HA INIZIATO.

Ecco, l’ho detto. Mi sento già meglio.

Qual’è la definizione di “successo”?

Diciamo che ti sei appena laureato con 110/110 e lode magna cum laude. Lo definiresti un successo?

Beh, dipende. Se quando ti sei iscritto all’università il tuo scopo era quello di laurearti con lode in modo da poterti boriare al bar, allora sì, hai avuto “successo.”

Ma per la maggioranza dei comuni mortali la laurea è un mezzo, non un fine. Se ti sei iscritto a medicina probabilmente la tua aspirazione non è quella di laurearti, bensì quella di diventare un chirurgo. O magari un dentista (che fa più soldi e lavora di meno). [Per saperne di più…]

Scrivere un curriculum vitae europeo in italiano, inglese o spagnolo

curriculum vitae europeo

Se sai già cos’è un curriculum vitae europeo e stai solo cercando un modello o esempio da scaricare, alla fine di quest’articolo trovi i link per scaricare il curriculum vitae europeo in italiano, inglese, spagnolo, francese e tedesco in formato Word.

Si tratta dei modelli ufficiali rilasciati dal sito di Europass.

Se invece vuoi saperne di più, leggendo quest’articolo imparerai:

  • Cos’è un curriculum vitae europeo e perché dovresti almeno darci un’occhiata.
  • Gli errori più comuni che si commettono al momento di inviare un curriculum e la maniera per evitarli.

[Per saperne di più…]

La fine del lavoro

“Tornerà la moda dei vichinghi, torneremo a vivere come dei barbari”

Questo non è il motto del movimento Slow Food né un revival del luddismo. E’ l’incipit di Tramonto Occidentale, una canzone che Battiato cantava già nel lontano ’83.

Non ho la presunzione di affermare cosa volesse comunicarci il poeta, però la riascolto spesso, dandole un significato molto attuale.

In tanti si lamentano perché oggi non c’è lavoro, o magari perché non stanno facendo quello per cui avevano studiato.

Quest’articolo è un po’ il seguito di Come e perché la crisi ci fa bene, pubblicato qualche settimana fa.

La fine del lavoro

[Per saperne di più…]

22 risorse utili per espatriare o viaggiare all’estero

risorse per espatriare

Questa lista contiene tutte le risorse che utilizzo per organizzare i miei viaggi e gestire la mia vita all’estero.

Organizzare il tuo viaggio

Viaggiare Sicuri

Viaggiare Sicuri è un portale curato dal Ministero degli Affari Esteri Italiano.

Per ogni paese indica le modalità di visto, divieti e limitazioni di importazione, situazioni di sicurezza particolari (terremoti, criminalità), sanità (vaccini necessari, condizione degli ospedali) e viabilità (patenti riconosciute e trasporti pubblici). [Per saperne di più…]

Come e perché la crisi ci fa bene

crisi

Un brusco risveglio

Nel libro La sfida delle 100 cose, che ho recensito qualche settimana fa, l’autore Dave Bruno si pone la seguente domanda:

“Cosa succederebbe se rinunciassimo al consumismo in massa? Non sarebbe un disastro per la nostra economia? Gli economisti non ci insegnano forse che l’unica strada che porta al benessere è quelle della crescita continua?”

A me la domanda sembra alquanto retorica, e rispondo:

Basta con questa colossale stronzata che ci hanno venduto i pubblicitari. Io rifiuto l’idea che chi non consuma in maniera smodata stia recando un danno all’economia.

Ma scusate, la famosa crisi che stiamo attraversando dal 2007 non è stata causata proprio dal nostro consumismo sfrenato?

Siamo convinti che comprare in massa [Per saperne di più…]

Come apprendere l’inglese in cinque settimane e presentare di fronte a 200 sconosciuti

imparare l'inglese a Londra

Due settimane fa ho scritto un articolo su come imparare l’inglese da casa. Oggi vorrei parlarti di come l’ho imparato io per convincerti che, a patto di avere le giuste motivazioni, tutto è possibile.

A che serve l’inglese?

Per colpa di un sistema scolastico quantomeno scandaloso non ho mai studiato l’inglese. Mi sono dovuto accontentare del francese. I dettagli, conditi dalla mia guerra personale con la mia maestra di francese leopardata, si trovano su un post che ho scritto tempo fa su Sapore di Cina.

Così nel 2007, alla veneranda età di venticinque anni, mi trovai ad essere probabilmente l’unico studente di dottorato in ingegneria che non sapesse spiccicare una parola in inglese. Nothing.

Non solo questo fatto continuava a mettermi in imbarazzo ogni qualvolta avessi bisogno di comunicare con un professore straniero o con uno studente appena arrivato, ma m’impedirmi anche di concludere faccende ben più importanti, ad esempio approfondire il discorso con una bella tedesca conosciuta durante una gita a Parigi.

La resa dei conti arrivò a fine Giugno, quando il mio supervisore mi informò che [Per saperne di più…]