Imparare le lingue senza studiare: Vi presento Claudio Santori, il fondatore di Bliu Bliu


Claudio presenta Bliu Bliu (20 Novembre 2013)

Claudio è uno dei primi imprenditori online italiani. Nel 2000, grazie ai frutti del suo lavoro su internet, si è trasferito in Finlandia. Nell’intervista di oggi parleremo di tutto ciò e di Bliu Bliu, un sito web che permette di imparare le lingue straniere in una maniera diversa dal solito. Enjoy!

Bliu Bliu: un approccio differente allo studio delle lingue straniere

Claudio, che cos’è Bliu Bliu e come funziona.

Bliu Bliu è un modo nuovo di imparare le lingue. Il sistema si adatta al livello dello studente trovando su Internet contenuti facili da capire in base alle parole che già conosco: canzoni, barzellette, notizie, contenuti facili.

Un esempio: Bliu Bliu mi propone una canzone in inglese. Mentre la ascolto posso vedere le parole e cliccare per segnalare a Bliu Bliu quali sono facili e quali difficili da capire. Bliu Bliu si adatta immediatamente e troverà subito un’altra canzone che conterrà, per la maggior parte, parole facili da capire o non troppo difficili. Invece
di fare esercizi posso imparare l’inglese passando da una canzone all’altra, imparando sempre qualche parola nuova. [Per saperne di più…]

Come ti salvo l’azienda di mio padre: Diego Mulfari, Imbianchino 2.0

E’ un secolo che non pubblico un’intervista su NVL. Anzi, a dire il vero è un secolo che non pubblico proprio niente su NLV. Ringrazio quindi Diego Mulfari, Imbianchino 2.0, che mi ha dato lo spunto per quest’intervista.

Diego, qualche anno fa tuo padre, imbianchino di professione, stava pensando di chiudere la sua impresa. Oggi te ne vai in giro a spiegare come, grazie a internet, siete riusciti a salvarla. Spiegaci come hai fatto.

Ciao Furio!

Innanzitutto grazie per avermi ospitato su Nonvogliolavorare.it, blog con post molto interessanti e motivanti, che mi ha colpito dalla prima lettura. Dunque, la mia è una storia di passione e costanza. E’ una visione, un sogno che ho iniziato a trasformare in realtà circa due anni fa.

Nel 2011 infatti sia mio padre che io ci siamo trovati in una fase molto critica dal punto di vista lavorativo. Mio padre per un calo di lavoro, che lo stava portando quasi alla chiusura dell’attività e io che mi trovavo in aziende chiuse al nuovo, in cui non riuscivo a valorizzare le mie competenze e creatività. [Per saperne di più…]

Vorrei il posto fisso ma non posso…

vorrei il posto fisso

“Il lavoro è un diritto,” sento dire spesso. E sino a questo punto siamo d’accordo. Però vorrei invitarti a non cadere nell’errore di confondere i sacro santi diritti dei lavoratori con il “diritto ad essere assunto,” che non esiste.

Il fatto che se uno ti assume poi deve rispettare la paga minima sindacale (anziché scrivere 1,000 Euro in busta paga e poi dartene solo 400), darti le vacanze che ti spettano (anziché farti lavorare ottanta ore a settimana pena il licenziamento), e garantirti condizioni di sicurezza che evitino gli incidenti sul lavoro, che purtroppo capitano ancora troppo spesso, sono diritti per cui ti invito a combattere, manifestare, scioperare.

Ma che uno debba assumere te piuttosto che un altro non sta scritto da nessuna parte. Perché dovrei assumerti? Perché hai una laurea? Se fosse nato nel 1981 anche mio nonno, che di mestiere faceva l’agricoltore, avrebbe una laurea. Perché sei nato in Italia? Hai idea di quanti disoccupati ci siano in Italia? Perché sei più qualificato di quell’altro? Beh, questo è tutto da dimostrare.

Faccio una precisazione perché poi sembra che sia uno stronzo senza cuore: i ragionamenti che sto per fare non sono rivolti agli operai padri di famiglia che perdono il lavoro e, vista la difficoltà di “riciclarsi” a quell’età, vivono un dramma sociale comparabile a pochi altri. No, loro – per quanto poco possa contare – hanno tutta la mia solidarietà.

Quest’articolo è piuttosto rivolto ai giovani della mia generazione che si sono arresi.

“La mia generazione ha perso,” scriveva Giorgio Gaber. Ecco, io credo che la mia può ancora vincere. A patto che si svegli.

In questo mondo ci sono due tipi di persone. Quelle che sono soddisfatte e quelle che invece non lo sono. Tra gli insoddisfatti, c’è chi protesta e chi decide di cambiare il proprio destino. [Per saperne di più…]

Come cambia la gestione del tempo quando lavori in proprio?

gestione del tempoIl ponte lungo il fiume Mekong che collega Thailandia e Laos

Un brusco risveglio

Quest’articolo, scritto di getto che più getto non si può, nasce dalla mia frustrazione dovuta al fatto di dover andare in Laos a rinnovare il visto thailandese. Avevo pensato di partire mercoledì ma, visto il compleanno del re e la conseguente chiusura dei consolati per i festeggiamenti che ne derivano, mi sono trovato a dover anticipare il viaggio a lunedì, ovvero domani (sì, lo so che oggi è lunedì ma mentre scrivo è ancora domenica).

Ma come, proprio tu Furio, che nei tuoi consigli (per niente) pratici per viaggiare ci hai parlato della bellezza del viaggiare lentamente, dello scoprire posti nuovi, ti inkazzi perché devi andare in Laos, un paese che non hai mai visitato? [Per saperne di più…]

Tutti i progetti di business in cui ho fallito (oggi mi sputtano)

fallimenti businessQuando, giovane e ingenuo, pensavo di diventare fotografo…

“La maggior parte della gente sopravvaluta quello che può fare in un anno e sottovaluta quello che può realizzare in dieci anni,” Bill Gates, Fondatore di Microsoft.

Sei pronto a fallire?

Ho letto millanta storie di cavalieri erranti, imprenditori senza paura che sono arrivati al successo con mosse degne del miglior Bobby Fischer, il mio scacchista preferito. Steve Jobs, Bill Gates, Larry Page & Sergey Brin (i fondatori di Google) o, tanto per restare sulla terra ferma, i cinquanta e più esempi citati da Chris Guillebeau nel suo ottimo libro “The $100 StartUp.”

Tali storie mi hanno aiutato ad avere più fiducia in me, a crederci, a lasciare il mio posto di lavoro *sicuro* e nuotare da solo nell’oceano impetuoso.

Ma quella che mi ha aiutato più di tutte è stata la storia di un perfetto sconosciuto che oggi guadagna “solo” duemila Euro al mese. Ma lo fa da libero professionista. Senza un capo. E lavorando da dove vuole (al momento si trova a Bali, Indonesia). [Per saperne di più…]

Come creare un bizness di successo nella nicchia giusta per TE

“Al posto di sognare le tue prossime vacanze costruisciti una vita da cui tu non senta il bisogno di scappare” Seth Godin

Se sogni di lasciare un giorno il tuo tedioso lavoro d’ufficio e lavorare a quello che ti piace allora quest’articolo potrebbe interessarti.

Qui alla redazione di Non Voglio Lavorare (ovvero il mio portatile) ci lasciamo spesso andare a voli pindarici sulla creatività, la crisi o il significato della terza rivoluzione industriale.

Forse è per questo che riceviamo spesso e-mail del tipo: [Per saperne di più…]

7 buoni motivi per NON acquistare una casa

acquistare una casa

“Se hai bisogno di un mutuo vuol dire che non te lo puoi permettere,” Stephen Bishop.

Aggiornamento: Ho smesso di leggere e rispondere ai commenti su quest’articolo perché mi sono stancato di continuare a ripetere le stesse cose.

Aggiornamento 2: Quest’articolo ha poco senso al momento visto che i tassi d’interesse sono scesi di tantissimo, dal 2013. Se e quando i tassi dovessero risalire, diventerebbe di nuovo attuale.

Lo dico per l’ultima volta: Qui nessuno è contrario all’acquisto di un immobile (avercene…). Il punto su cui riflettere è, piuttosto, il seguente: se non possiedi le risorse per acquistare una casa, vale la pena auto condannarti a una situazione di indebitamento perpetuo con un mutuo trentennale?

Buona vita, caro lettore.

Quanto costa acquistare una casa?

Per calcolare il costo di una casa non puoi basarti solo sul prezzo di acquisto. Devi infatti sapere che la maggior parte della gente, allo scadere del mutuo, avrà finito per pagare una somma di denaro pari a tre volte il prezzo inizialmente pattuito. Quindi per una casa che costa 200.000 Euro dovrai sborsare una somma di circa 600.000 Euro.

Lo so che sembra scioccante, ma basta fare due calcoli. Puoi verificare in prima persona andando su Mutuionline.it e, nella tabella a destra, inserire i dati del mutuo che intendi richiedere.

Ma se non hai tempo e voglia, ti basta continuare a leggere visto che mi sono preso la briga di fare un po’ di calcoli. Nell’esperimento che ho fatto ho mirato molto in basso, ovvero ho supposto di acquistare una prima casa del valore di [Per saperne di più…]

Stampa 3D, la quarta rivoluzione industriale?


Guarda il video per vedere una stampante 3D in funzione

La stampa 3D ultimamente ha ricevuto più attenzione del solito, e vorrei ben vedere. Qualche settimana fa la città di New York ha varato un progetto legislativo per vietare la fabbricazione di armi da fuoco con la tecnica della stampa 3D.

Meglio tardi che mai. Sì, perché i file che permettono a chiunque di stampare la propria pistola in plastica che però spara proiettili calibro 22 e uccide davvero sono già disponibili in rete. Cosa non fa il progresso…

Ma come funziona la stampa 3D e, a parte le armi da fuoco, che potenzialità dischiude? Quali saranno, inoltre, le ripercussioni sulle dinamiche di produzione e il mondo del lavoro? [Per saperne di più…]

Il *segreto* per avere successo

Tenetevi forte perché questa è grossa. No, per avere successo non ti basterà visualizzare una montagna di soldi e sorridere come un ebete in modo che gli astri celesti si allineino e facciano convergere su di te una ventata di energia positiva.

E’ più semplice di quello che pensi. Il segreto di ogni persona di successo è…

CONCLUDERE QUELLO CHE HA INIZIATO.

Ecco, l’ho detto. Mi sento già meglio.

Qual’è la definizione di “successo”?

Diciamo che ti sei appena laureato con 110/110 e lode magna cum laude. Lo definiresti un successo?

Beh, dipende. Se quando ti sei iscritto all’università il tuo scopo era quello di laurearti con lode in modo da poterti boriare al bar, allora sì, hai avuto “successo.”

Ma per la maggioranza dei comuni mortali la laurea è un mezzo, non un fine. Se ti sei iscritto a medicina probabilmente la tua aspirazione non è quella di laurearti, bensì quella di diventare un chirurgo. O magari un dentista (che fa più soldi e lavora di meno). [Per saperne di più…]

Scrivere un curriculum vitae europeo in italiano, inglese o spagnolo

curriculum vitae europeo

Se sai già cos’è un curriculum vitae europeo e stai solo cercando un modello o esempio da scaricare, alla fine di quest’articolo trovi i link per scaricare il curriculum vitae europeo in italiano, inglese, spagnolo, francese e tedesco in formato Word.

Si tratta dei modelli ufficiali rilasciati dal sito di Europass.

Se invece vuoi saperne di più, leggendo quest’articolo imparerai:

  • Cos’è un curriculum vitae europeo e perché dovresti almeno darci un’occhiata.
  • Gli errori più comuni che si commettono al momento di inviare un curriculum e la maniera per evitarli.

[Per saperne di più…]